Migranti, rabbia di Salvini: "Non autorizzo sbarchi". Convocato vertice d'urgenza

La nave Sea Watch

La nave Sea Watch

Siamo alle solite. Ogni volta che c'è un episodio che riguarda l'accoglienza dei migranti in Italia, si tira in ballo il buon vecchio George Soros, il miliardario di origini ungheresi che è a la mente della Open Society Foundations, che finanzia diversi progetti legati alla tutela dei diritti umani.

Salvini ha detto che non autorizzerà alcuno sbarco in Italia e ha ribadito che sui migranti decide lui. Sul decreto sicurezza mai l'associazione dei Comuni ha inteso intaccarne l'impianto politico. Così il primo cittadino ha postato un videomessaggio su Facebook nel quale racconta come sono andati i fatti.

"Ho ricevuto il mandato pieno dal direttivo dell'associazione - riferisce Decaro - di presentare tre approfondimenti tecnici per ridurre l'impatto sui territori dell'applicazione del provvedimento". Con il premier Conte, i due vicepremier: Salvini e Di Maio. I migranti, intanto, sono in attesa del trasferimento a Malta.

Fonti leghiste si affrettano a far sapere che Salvini è "molto soddisfatto" perché "il governo è compatto sulla linea rigorosa, porti chiusi, lotta agli scafisti e alle ong". Se manterranno impegni sui 200 migranti che avevano promesso di ricollocare, allora potranno esserci nuovi arrivi. Matteo Salvini ai suoi collaboratori comunica diversamente: "A Conte dirò che il Viminale resterà fuori da questa storia, li gestisca la Chiesa, la Caritas, non mi interessa, ma a questo punto, se non si può tornare indietro, significa che la Lega chiede una verifica su tutto". Per il Carroccio, invece, questo avverrà solo dopo che l'Europa avrà accolto decine di altri sbarcati in Italia negli ultimi mesi. Fra i leghisti si fanno addirittura i numeri di un'operazione che vedrebbe la rottura clamorosa dell'alleanza: "La quota 100 ce la approviamo il giorno dopo, e senza il reddito possiamo anche fare il taglio delle tasse".

Sono sbarcati al porto de La Valletta i 49 migranti che erano a bordo delle navi delle ong Sea Watch e Sea Eye. Salvini, in varie circostanze, si è soffermato sulle decisioni da prendere in ottica migranti. Per giorni la questione ha visto contrapposti da una parte il presidente del Consiglio Conte, che voleva accogliere gli immigrati "a costo di mandare un aereo a prenderli", e, dall'altra, il vicepremier Salvini fermamente contrario, perché accoglierli sarebbe stato un cedimento verso l'Ue.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.